Il Ciclamino e come prendersene cura

Il ciclamino è una delle piante ornamentali più conosciute ed apprezzate e con i suoi fiori eleganti abbellisce le nostre case nei mesi più freddi. In cambio chiede solo poche e semplici accortezze.

Sarà capitato a molti, durante un’escursione autunnale tra i boschi del Trentino, di vedere dei piccoli ciclamini spuntare dal sottobosco. Questi fiori contano infatti varie specie selvatiche diffuse in diverse zone del mondo, ma quella più diffusa nel florovivaismo è il Cyclamen persicum, di cui esistono più varietà con fiori che vanno dal classico porpora fino al bianco.

Il ciclamino non ama l’esposizione alla luce diretta del sole, ma ha bisogno comunque di una buona illuminazione. Quindi i luoghi ideali per questa pianta sono in prossimità di finestre, su davanzali, portici o sui terrazzi in punti all’ombra. Infatti la sua temperatura ideale è intorno i 18°C e, sopportando bene il freddo, questa pianta può tranquillamente vivere all’aperto per buona parte dell’anno, fintanto che le temperature non si avvicinano allo zero. Come non va esposto alla luce diretta del Sole, il ciclamino in casa va anche posizionato lontano da fonti di calore, come termosifoni e stufe, col rischio altrimenti che la pianta soffra.

Le radici ed il bulbo del ciclamino hanno bisogno di un terreno costantemente umido e durante il periodo di fioritura (indicativamente da settembre a marzo) è necessaria una annaffiatura regolare, circa ogni due o tre giorni. Il terriccio tuttavia non deve mai essere fradicio. Infatti è buon uso svuotare i sottovasi onde evitare che il ristagno e l'eccessiva umidità portino alla proliferazione delle muffe che aggrediscono la pianta. Possiamo inoltre ridurre il rischio rimuovendo con cura, usando delle forbici, le foglie ed i fiori ormai appassiti.

Come detto, il ciclamino necessita di un terreno umido, ma senza ristagno d'acqua, e se necessario può essere rinvasato durante il suo periodo di riposo. Tra la primavera e l'estate infatti si può sostituire il terreno del nostro ciclamino avendo cura di porre a dimora il bulbo appena sotto la superficie, non interrato in profondità. Un terriccio adatto al ciclamino e facilmente reperibile è quello specifico per acidofile.

Trovate il Ciclamino, assieme a tanti altri fiori e piante, anche da noi alla Floricoltura Valentino Roncador, dove coltiviamo personalmente i ciclamini con insetti e funghi utili a rendere la pianta sana in maniera del tutto naturale.

Di ciclamini ne troverete tanti perché, come negli anni passati, aderiamo al Garden Festival d’Autunno organizzato da AICG, ora arrivato alla sua terza edizione. Per l’occasione, acquistando un ciclamino contribuirete alla raccolta fondi in favore della ricerca sul tumore al seno, questo per tutto il mese di ottobre.