• Libri

EVENTI & INIZIATIVE

SÜDTIROLER PARADIES Orti di montagna

SÜDTIROLER PARADIES Orti di montagna
A cura di Michela Pasquali

Testi di Michela Pasquali, Andrea Heistinger e Wilhelm Pfaff.
Prefazione di Werner Bätzing
Fotografie a colori

Ricchi di varietà orticole, colorati da fiori variopinti e curati con amore dalle contadine, gli orti del Sudtirolo sono gli unici veri giardini di montagna. L’immagine che evocano è quella di un piccolo appezzamento di terra in armonia con il paesaggio circostante. Con il loro tipico aspetto spontaneo, compongono una macchia folta e colorata che si potrebbe confondere, se non fosse per il recinto, con i prati che li circondano. Gli orti esprimono il forte attaccamento alla terra e il profondo senso di appartenenza della popolazione contadina, svelando i legami materiali, affettivi, simbolici e culturali che si sono creati nei secoli con il territorio. Benché si sia modificato l’atteggiamento culturale dell’uomo nei confronti della natura e della montagna, rimane ancora nell’orto quell’antica relazione, legata alla fertilità e al recinto, in un intento vitale di conservazione dell’ambiente e del paesaggio. Gli orti rivelano una comprensione diretta e pragmatica della natura, di cui vista, udito, tatto e olfatto sono gli strumenti principali. Quella delle contadine è infatti una conoscenza profonda e precisa della vegetazione, poiché perfettamente integrata nella vita di tutti i giorni. Nell’orto uomini e piante non sono protagonisti separati, e proprio su questa inscindibile relazione si fonda il principale interesse di questo libro che raccoglie il contributo di diversi autori. Dopo la prefazione di Werner Bätzing, geografo tedesco, uno dei massimi esperti di cultura alpina, Michela Pasquali delinea un ritratto dell’orto contadino con la sua storia, l’evoluzione delle piante coltivate e il ruolo delle contadine nella conservazione della biodiversità. Andrea Heistinger, botanica e ricercatrice austriaca, descrive le principali essenze coltivate negli orti. Infine il testo di Wilhelm Pfaff, pubblicato nel 1927 e qui per la prima volta in italiano, presenta un vero e proprio inventario di tutte le piante coltivate e selvatiche in relazione al loro uso nell’alimentazione, nella medicina popolare e nei rituali religiosi legati ad antiche tradizioni.

FONTE: www.linariarete.org

Previous Next
di Spohn; Golte Bechtle Marianne; Aichele Dietmar Per identificare con la massima semplicità oltre 870 piante, con l'apprezzata suddivisione per colo...continua>>
The Royal Horticultural Society. Tutta l'esperienza, la competenza e l'autorevolezza della Royal Horticultural Society in un volume dedicato ai semp...continua>>
Nato sul finire dell’era vittoriana, Bert Pinnegar è un orfanello goffo e impacciato con una gamba più lunga dell’altra. Dopo aver trascorso l’infanzi...continua>>
Tutta l'esperienza, la competenza e l'autorevolezza della Royal Horticultural Society in un volume dedicato ai sempre più numerosi appassionati di g...continua>>
di Lombardi Margherita e Serra-Zanetti Cristina Basta piantarle, le bulbose, e bagnarle un po’, perché da cipollotti anonimi diano vita a fioriture s...continua>>
Un anno di allegre battaglie fra la donna e il verde. di Stefania Bertola In questo esilarante diario di "allegre battaglie" con il verde, Stefania ...continua>>
Autori Vari, De Vecchi Edizioni Tutti i consigli per un orto e un frutteto con una produzione sana e di qualità. Per coltivare bene, nel rispetto d...continua>>
Quando incontri la farfalla, significa che è coltivato da noi!continua>>
L'orto diffuso. Dai balconi ai giardini comunitari, come cambiare la città coltivandola di Bussolati Mariella Negli ultimi anni un numero sempre mag...continua>>
ORTO E GIARDINO BIOLOGICO Marie-Luise Kreuter Il libro si articola in varie parti: la prima, ''I fondamenti del biologico'', espone la filosofia e...continua>>
Un metodo facile e rivoluzionario che ha già conquistato i giardinieri di tutto il mondo! Adatto anche a balconi e terrazzi! Un metodo a bassa manut...continua>>
Un grande manuale dedicato al piacere di coltivare piante grasse e tropicali, che richiedono poca acqua e minime attenzioni, per avere splendidi spa...continua>>